Stile Sartoriale è la manifestazione annuale che celebra l’artigianato su misura italiano, rappresentato dai Maestri dell’Accademia Nazionale dei Sartori. L’edizione 2021 si è svolta dal 16 al 18 settembre, a Roma, con un calendario ricco di eventi e di incontri.

Le Forbici d'Oro

Nei 3 giorni di attività, Stile Sartoriale ha visto svolgersi il concorso «Forbici d’Oro», giunto al suo 70mo anno di vita. Novità di questa edizione, una giuria mista composta da grandi maestri nazionali e grandi sarti internazionali, come Lorenzo Cifonelli (Cifonelli - Francia), Dario Carnera (Huntsman – Inghilterra) e Calvo De Mora (De Mora – Spagna).

Durante la cena di Gala di sabato 18, dopo la sfilata dei loro abiti, sono stati proclamati i seguenti vincitori:


La Mostra

Per celebrare i 70 anni delle Forbici d’Oro, è stata allestita una mostra di abiti storici, realizzati dai maestri Accademici del passato, che abbracciano tutti e 7 i decenni. Un viaggio a ritroso nello stile, nel gusto e nella tecnica del mondo sartoriale italiano. L’esposizione è stata poi arricchita da capi provenienti da storiche sartorie teatrali e dall’archivio di grandi stilisti. Prossimamente la mostra sarà ospitata in modo permanente nella Sale dell’Accademia.


I Convegni

 

Il 17 settembre si è svolto l’incontro: “Il Futuro tra le mani. La valorizzazione dell’artigianato tramite digitale, sostenibilità, export e formazione”. Una occasione per confrontarsi con le istituzioni sul futuro del mondo sartoriale italiano. Moderati dal giornalista Stefano Zurlo, sono intervenuti: Gaetano Aloisio (Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori) On. Maria Soave Alemanno (X Commissione attività produttive – Camera dei Deputati) Sen. Maria Alessandra Gallone (13^ Commissione Territorio e Ambiente – Senato della Repubblica) Lorenzo Tagliavanti – Presidente Camera di Commercio di Roma Marta Leonori – Consigliere regionale Lazio – Commissione Sviluppo Economico, attività produttive Viceministro Gilberto Pichetto Fratin (Ministero dello Sviluppo Economico) Antonio Tajani - già Presidente del Parlamento Europeo e Vicepresidente del Partito Popolare Europeo Durante i lavori è stato letto una lettera del ministro Roberto Cingolani (Transizione ecologica) sui temi del convegno.

 
 

Il 18 settembre 2021, invece, sempre a Villa Malta, si è parlato di formazione sartoriale. "La via per il successo: la scuola dell'Accademia nazionale dei Sartori" era il tema. I relatori sono stati, moderati da Alfredo de Giglio (responsabile comunicazione dell’Accademia): Gaetano Aloisio (Presidente dell’Accademia Nazionale dei Sartori) Professoressa Cinzia Capalbio (Docente di Storia della Moda – Università La Sapienza) Massimiliano Maselli (Consigliere Regione Lazio) Fabio Pietrella (Presidente Moda Confartigianato) Gian Matteo Mellerio (Loro Piana) Franz Botré (direttore Arbiter) Ettore Piacenza (Presidente Unione Industriale Biellese) Lorenzo Cifonelli Dario Carnera Calvo De Mora.


Serata di Gala

Nella suggestiva cornice del Casino dell’Aurora Pallavicini si è svolto l’atto finale di Stile Sartoriale 2021. I Maestri senior hanno messo in scena un guardaroba completo, sul «L’Uomo elegante secondo l’Accademia». Naturalmente ogni capo maschile è stato affiancato da uno femminile.

Poi è stata la volta dei sarti Junior.

Infine, gli abiti realizzati per le Forbici d’Oro, da 12 partecipanti alle Forbici d’Oro 2021.


Premi speciali

Trofeo Accademia
Il Trofeo Accademia è il riconoscimento più importante dell’Accademia Nazionale dei Sartori. Viene assegnato a personaggi di spicco del mondo imprenditoriale, istituzionale e dello spettacolo che incarnano alcune delle caratteristiche fondamentali della sartoria italiana. Quest’anno abbiamo individuato tre particolari prerogative: eleganza, sobrietà e coerenza. Tali caratteristiche sono perfettamente rappresentate dalla vita, politica e non, di Antonio Tajani, già Presidente del Parlamento Europeo e attuale vice Presidente del Partito Popolare Europeo. Per queste motivazioni, siamo onorati di consegnare a lui il Trofeo Accademia 2021”.

Vita da Forbici d’Oro

A Giuseppe Caristo, di Torino,è andato invece il riconoscimento Vita da Forbici d’Oro, per essersi sempre, con costanza e dedizione, dedicato all’arte sartoriale. Caristo vinse le Forbici d’Oro nel 1966, a soli 26 anni.